23.05.2012

Dormendo meno si mangia di più

Le persone private delle necessarie ore di sonno mangiano più spuntini. Ore di sonno inadeguate sono legate all’obesità anche se gli scienziati non sanno perché. Alert Nedeltcheva insieme ai suoi collaboratori dell’University of Chicago hanno scoperto che l’appetito e l’assunzione di cibo tipo gli snack incrementano dopo un numero inadeguato di ore di sonno (5.5 ore di sonno per notte) rispetto a valori normali (8.5 ore a notte). I risultati sono stati pubblicati sul American Journal of Clinical Nutrition. Sono stati selezionati 11 adulti di mezza età che hanno vissuto per 14 giorni in un laboratorio del sonno e hanno avuto per tutto il tempo accesso a cibo gustoso. Durante questa permanenza potevano dormire tanto o poco a loro piacimento. La durata del sonno non aveva effetto sull’assunzione di calorie durante i pasti, ma in conseguenza alla mancanza di sonno i soggetti partecipanti all’esperimento hanno mangiato 221 calorie in più e il 4 % in più di carboidrati al giorno. Il dispendio di energie (metabolismo più attività fisica) era lo stesso sia che il sonno fosse lungo sia che fosse corto. In conclusione le persone mangiano più snack quando non dormono abbastanza e questo favorisce l’obesità.