23.05.2006

Cosmetici sicuri

Dal marzo del 2005 in Italia non è stato più possibile immettere cosmetici che non rispettavano le direttive UE: in etichetta devono essere riportate esattamente le sostanze odoranti, che prima si indicavano genericamente con i termini di “profumo” o “aroma”, in quanto ci si è accorti che diversi ingredienti potevano provocare reazioni allergiche e di sensibilizzazione alla luce. È stato quindi predisposto un elenco di 26 sostanze ritenute sensibilizzanti. Un’altra novità riguarda i cosmetici che, secondo il produttore, durano più di 30 mesi: in questo caso non c’è l’obbligo di riportare la data di scadenza, ma solo il simbolo di un barattolo di crema aperto con l’indicazione del periodo di tempo entro il quale il prodotto può essere usato senza problemi, una volta appunto aperto il contenitore.